La funzione della stampa

Mi chiedo cosa faremo quando i giornali di carta non esisteranno più. Assorbono l’acqua e per colore e dimensione sono ben visibili, contrariamente alla carta tutto, così è impossibile non vederli e scivolarci sopra, e, contrariamente alla carta tutto, non si sfaldano in odiosi pezzetti ma restano compatti. Per pulire i vetri sono imbattibili, ma non se si hanno i serramenti bianchi o chiari, altrimenti l’inchiostro li macchia di nero, e non è facile poi da togliere.
Alla storia che van bene per incartare il pesce, no, non ci ho mai creduto, forse negli anni ’50, ma chi mai si comprerebbe un pesce avvolto nel giornale, che già quello ha il mercurio di suo e se poi gli aggiungi anche il piombo della carta stampata sarebbe come farsi un giro in un laboratorio di chimica. E poi i quotidiani puzzano da maledetti, non mi ricordo che una volta avessero un odore così nauseabondo Per non parlare di quanto siano insostituibili quando devi fare qualche sporco lavoro in casa.
Eh no, medito davanti a questa bizzarra immagine, la sparizione dei giornali non giova né all’intelletto né al corpo.